A capofitto in un sito per capire Gorizia: storia, arte, cultura, politica

SISSI A GORIZIA DI MARINA BRESSAn

La principessa Sissi venne a Gorizia  e di questa illustre visita e di questo complesso e intrigante  personaggio parlerà

MARINA BRESSAN SABATO 12 DICEMBRE ALLE 17.00

in una visita guidata alla mostra sugli Asburgo allestita dal Comune di Gorizia  nel Museo di Santa Chiara.

Nell´incontro SISSI A GORIZIA Marina Bressan si allontana dal mito della donna fragile e tuttavia caparbia e moderna, dell’affascinante sovrana anticonformista e coraggiosa, per analizzare invece i riflessi che questo personaggio, che dalla storia è entrato direttamente nella leggenda, lasciò a Gorizia, città di identità italiana, appartenente all’Impero asburgico. Al braccio del suo augusto sposo Elisabetta diede prova di grande coraggio durante il viaggio imperiale intrapreso nel 1856- 1857, ignorando con un atteggiamento irreprensibile i gesti ostili della popolazione del Lombardo Veneto. La sua natura angelica e l’innocente bellezza, la sua perseveranza  e la sua affabilità riuscirono a conquistare il cuore di molte persone. Gorizia come Trieste, città fedelissime, proruppero invece in manifestazioni di simpatia e perfino di entusiasmo; il suo ricordo tuttavia andò affievolendosi con gli anni.

Di lei si ricordava la bellezza avvenente, ma anche l’estraniarsi dalla vita di corte, il suo allontanarsi dagli affetti familiari, per vivere in un continuo sforzo di affermazione assoluta della propria individualità. I passaggi per Gorizia, il diniego di farsi vedere, se non dal podestà, che andava ad omaggiarla sul treno, alimentarono l’aurea misteriosa che circondava l’imperatrice. La tragedia di Mayerling oscurò la leggenda delle sue continue peregrinazioni, anche se poco distante da Gorizia, il castello di Miramare rappresentava per lei un sicuro rifugio. Nessuno ormai si curava della sua esasperata irrequietezza , della sua vita strana e bizzarra. Elisabetta ritornò in prima pagina con la sua morte.  Alla notizia i goriziani reagirono increduli stringendosi intorno all’imperatore. Dopo i funerali scomparve dalla scena per ricomparire cinquant’anni dopo nell’immagine mistificata di Ernst Marischka, interpretata da Romy Schneider. Da diversi anni Sissi è un mito, anche da noi. Il motivo? E’ un personaggio che con le sue angosce, eccentricità ha personificato il destino della Casa d’Asburgo, di cui lei si era sempre ritenuta un elemento estraneo.

 

 

Galleria foto: SISSI A GORIZIA