Mercato coperto, un tesoro da valorizzare

TE LO DO IO IL GIUBILEO

15.03.2015 16:53

Abbiamo già parlato, sulla nostra pagina FB Goriziagorizia dell'occasione storica - una delle tante - persa da Gorizia con il Museo del tesoro di Aquileia: oltre 5 miliardi di lire, stanziate dai fondi del Giubileo del 2000, per rimettere a nuovo il palazzo secentesco di Santa Chiara in prossimità del palazzo delle Poste,  che stava praticamente crollando su Corso Verdi. Il progetto era nato dopo lunghe discussioni tra chi scrive e l'Arcivescovo di Gorizia Padre Bommarco, deciso a rendere di pubblico godimento il tesoro del Duomo di Gorizia, vale a dire il Tesoro di Aquileia e la Donazione Teresiana. Cinque miliardi per costuire un magnifico museo al centro di Gorizia, cui si aggiusero più di 800 milioni della Fondazione Carigo per le attrezzature necessarie ( teche climatizzate eccetera). Il restauro, seppur con ritardi mostruosi e intoppi di ogni genere fu terminato e ha ospitato fortunatamente alcune mostre. 

Ma sarebbe ora di riprendere il discorso. Intanto di seguito, pubblichiamo un'infinitesima parte dei tesori goriziani che avrebbero dovuto essere ospitati a Santa Chiara.